archivio

Archivio mensile:dicembre 2008

caglio, galiumQuando ho fatto questa foto, una quindicina di anni fa, a un rametto di caglio (Galium) mi è venuta in mente le scrittura delle partiture di John Cage, in particolare quella di Atlas Eclipticalis. Per queste partiture aveva usato delle mappe astronomiche e tracciato delle linee di unione tra stelle e pianeti, da queste linee e dai punti segnati sulle mappe erano nate le partiture musicali.
Atlas Eclipticalis è la mappa più adeguata: casuale, sentimentale, emotiva, improbabile, soggettiva per collegare i più diversi paesaggi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: