Asine (segue a Merda d’Asino)

Micheline Heuzé Bacco scrive nel suo “Giardino, Mon amour” (Edizioni Pendragon, 2008)

L’oro nero. Sono molto fortunata: avendo un cavallo e due asine, possiedo l’oro nero! Sono autosufficiente! Non ho bisogno di ricorre a sofisticati e costosi prodotti chimici… In qualche anno, grazie al letame ho potuto constatare il miglioramento del mio terreno. E’ ancora lontano dall’essere il terriccio ideale, soffice e malleabile, ma ora lavoro già con più facilità le aiuolette dell’orto e le bordure di fiori, e ciò facendo incontro tanti lombrichi; è buon segno, dicono gli esperti, è una fortuna! Dunque sono molto fortunata, ho letame e lombrichi a volontà!”

Un antico e saggio detto popolare conferma: chi ha letame non avrà mai fame.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: