archivio

Archivio mensile:gennaio 2011

L’arte primitiva africana fu fondamentale per gli artisti del movimento cubista, che vi colsero l’aspetto concettuale e astratto. Il cubismo creò le premesse dell’astrattismo geometrico di Constantin Brancusi che per la sua scultura astratta ricercò forme assolute, primigenie. Stessa isprirazione per il tavolino in legno rosso di Mauro Mori e per gli sgabelli “Prince Aha” di Philippe Starck per Kartell, che sono qua impilati come nelle colonne di Brancusi. La lampada in carta è di Isamu Noguchi che nel 1927 a Parigi fu assistente nell’atelier Brancusi. Sul fondo un tessuto realizzato su un piccolo telaio da artigiani del Mali. Foto per Casamica realizzata nel 2000.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: